Ultimi Articoli

L’ECO DI BERGAMO – CARNE AL MURO DI LUISA PAGNONCELLI

CARNE AL MURO Al Macondo la presentazione del libro «Carne al muro» della bergamasca Luisa Pagnoncelli.    Un romanzo-denuncia che scardinerà cancelli morali e congetture, a tratti commovente e toccante e in altri duro e sfacciato, trascinerà il lettore in un gorgo eterogeneo, zeppo di colpi di scena e stati d’animo controversi. Modererà l’incontro Domizia Moramarco, laureata in Filosofia, collabora dal 2008 per una rivista del settore automotive come giornalista free-lance. Appassionata di letteratura e di critica letteraria, scrive articoli e recensioni e intervista autori per i siti Leggeremania e Cultura al femminile.

Concorso nazionale di narrativa Donne italiane nel dopoguerra, in collaborazione con l’XI edizione di ..incostieraamalfitana.it

  Siamo spiacenti di comunicare che a causa di sopraggiunti motivi organizzativi, il Concorso nazionale di narrativa "Donne italiane nel dopoguerra", in collaborazione con l’XI edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo.  è stato annullato. B A N D O   D I   P A R T E C I P A Z I O N E Letteratura Alternativa Edizioni indice l’edizione 2017 del Concorso nazionale di narrativa "Donne italiane nel dopoguerra", in collaborazione con l’XI edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo. Il secondo dopoguerra italiano non fu facile e le donne, nonostante stessero gradualmente acquisendo libertà importanti, dovevano…

Luisa Pagnoncelli presenta “Carne al muro”

MERCOLEDI' 15 FEBBRAIO ORE 18:00 presso macondo bibliocafè Modererà l’incontro Domizia Moramarco, laureata in Filosofia, collabora dal 2008 per una rivista del settore automotive come giornalista free-lance. Appassionata di letteratura e di critica letteraria, scrive articoli e recensioni e intervista autori per i siti Leggeremania e Cultura al Femminile. Ha collaborato anche per @wired.it.

I nostri laboratori di Scrittura Creativa

Chiunque aspiri a scrivere romanzi, prosa, poesia, racconti; qualunque sia il presupposto che lo spinge a farlo, dovrebbe (prima di ogni cosa), trovare la propria attitudine, il suo ideale, il sogno. Ma, soprattutto, dovrebbe rintracciare la propria individualità, l'espressione che lo differenzia, perché è soprattutto questo a identificarlo come autore, come narratore, come scrittore, che sia un dilettante o un professionista. La cosa fondamentale è non smarrire la propria personalità; non omologarsi, insomma. La parabola è questa: in un corso di Scrittura Creativa, il precettore - che di regola è anch'egli uno scrittore - dovrebbe essere in grado di "contagiare" ma anche…