Francesco Bruno

 

 

Francesco Bruno, nasce nella periferia di Torino, nel 1984.

Davanti alla sua prima scelta da ragazzo cresciuto decide di intraprendere il Liceo Scientifico più per comodità che per reali intenti.

Capisce fin da subito che le materie umanistiche sono quelle che riescono a tirar fuori il meglio di lui.

Così cerca di rifarsi con l’università laureandosi in Scienze della Comunicazione.

Apprezza qualsiasi mezzo gli conceda di potersi esprimere.

Timido di carattere, vince il suo essere introverso grazie al lavoro che gli permetterà di girare il mondo, conoscere posti nuovi. Gente nuova: l’animazione.

Iniziata come evasione dalla solita routine, questa avventura insedierà in lui un continuo punto di domanda: partire o restare?

Altrove riesce ad essere quel che nella società a stento dimostra.

Far sorridere la gente e da essa ricavarne grandi insegnamenti fa bene al suo animo chiuso.

Da ogni stagione rientra sempre più arricchito, tanto estraneo alla vita reale che lo circonda quanto più ruspante dinanzi a chi fa fatica a riconoscerlo.

Nei momenti di pausa, ama rifugiarsi tra gli affetti a lui più cari. Dare voce e vita alle idee che partorisce, diventa per lui una nuova missione; come Platone nel concetto della maieutica, cerca di applicare questa tecnica al suo stesso spirito.

CON LE MANI LEGATE E LA NEBBIA DENTRO LA TESTA”, è la sua prima raccolta di poesie.