In offerta!

Carne al muro – Luisa Pagnoncelli

Stockholm (1)

DESCRIZIONE
Malena, una donna con un destino ostile, cresciuta fra mille avversità e messa a dura prova dalla vita, dovrà districarsi fra ingiustizie, falsi moralismi e ingiurie; in una società che si confessa progressista ma che, tuttora, imprigiona la donna a stereotipi e a cliché standardizzati, per lei si spalancherà una strada a senso unico.
Sposata a un uomo autocrate, ipocondriaco, a tratti maniacale, che la infetta con le sue infinite frustrazioni e insicurezze e con il quale non imparerà l’amore ma solo il senso del possesso.
In questa esistenza mediocre e atona, dopo anni avvilenti e privi di emozioni, farà un incontro casuale con un’altra donna, Lisa, che sarà l’anello di congiunzione tra lei e un giovane uomo, Tristan, con il quale, finalmente, scoprirà la passione e il desiderio, abbattendo molti di quei muri interiori eretti dalle paure e da quell’istinto di autoconservazione che l’accompagnano da tutta una vita.
Lisa, dal canto suo, le farà conoscere un mondo sotterraneo misogino foggiato dalla violenza, dal silenzio e dall’inquietudine.
La protagonista intraprenderà, quindi, un viaggio interiore tormentato e impetuoso che creerà una forte frattura tra l’indottrinamento ricevuto fin dall’infanzia e l’insubordinazione della sua anima sopita.
Un romanzo-denuncia che scardinerà cancelli morali e congetture, a tratti commovente e toccante e in altri duro e sfacciato, trascinando il lettore in un gorgo eterogeneo, zeppo di colpi di scena e stati d’animo controversi.

Informazioni aggiuntive

Isbn: 978-88-94815-07-8
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 159

5,90€ 3,50€

Sconto 41%

Quantità
Descrizione prodotto

DESCRIZIONE
Malena, una donna con un destino ostile, cresciuta fra mille avversità e messa a dura prova dalla vita, dovrà districarsi fra ingiustizie, falsi moralismi e ingiurie; in una società che si confessa progressista ma che, tuttora, imprigiona la donna a stereotipi e a cliché standardizzati, per lei si spalancherà una strada a senso unico.
Sposata a un uomo autocrate, ipocondriaco, a tratti maniacale, che la infetta con le sue infinite frustrazioni e insicurezze e con il quale non imparerà l’amore ma solo il senso del possesso.
In questa esistenza mediocre e atona, dopo anni avvilenti e privi di emozioni, farà un incontro casuale con un’altra donna, Lisa, che sarà l’anello di congiunzione tra lei e un giovane uomo, Tristan, con il quale, finalmente, scoprirà la passione e il desiderio, abbattendo molti di quei muri interiori eretti dalle paure e da quell’istinto di autoconservazione che l’accompagnano da tutta una vita.
Lisa, dal canto suo, le farà conoscere un mondo sotterraneo misogino foggiato dalla violenza, dal silenzio e dall’inquietudine.
La protagonista intraprenderà, quindi, un viaggio interiore tormentato e impetuoso che creerà una forte frattura tra l’indottrinamento ricevuto fin dall’infanzia e l’insubordinazione della sua anima sopita.
Un romanzo-denuncia che scardinerà cancelli morali e congetture, a tratti commovente e toccante e in altri duro e sfacciato, trascinando il lettore in un gorgo eterogeneo, zeppo di colpi di scena e stati d’animo controversi.

Informazioni aggiuntive

Isbn: 978-88-94815-07-8
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 159

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Carne al muro – Luisa Pagnoncelli”