L’amore non citofona – Fabio Pinna

Stockholm (4)

DESCRIZIONE

Basta guardarsi in faccia per accorgersi che siamo più vicini di quello che sembra, forse basta leggere questo piccolo grande libretto di poesia per accorgersi di essere più vicini all’amore di quel che sembra. Che può essere mille cose, tra feste e fitte, perdite e sorprese. Ma sempre amore rimane. Alla fine conta quello che dai, non ciò che vorresti ricevere. Perché, alla fine, i conti dobbiamo farli sempre con noi stessi. Alla fine l’amore non lo ripeti mai, non lo capisci mai e non lo perdi mai. E se non citofona, se non ci si sente mai pronti, ancora meglio. C’è da aprigli lo stesso.

Informazioni aggiuntive

Isbn: 978-88-94815-03-0
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 120
Dimensioni: 12 x 17

8,90€

1 disponibili (ordinabile)

Quantità
Descrizione prodotto

DESCRIZIONE

Basta guardarsi in faccia per accorgersi che siamo più vicini di quello che sembra, forse basta leggere questo piccolo grande libretto di poesia per accorgersi di essere più vicini all’amore di quel che sembra. Che può essere mille cose, tra feste e fitte, perdite e sorprese. Ma sempre amore rimane. Alla fine conta quello che dai, non ciò che vorresti ricevere. Perché, alla fine, i conti dobbiamo farli sempre con noi stessi. Alla fine l’amore non lo ripeti mai, non lo capisci mai e non lo perdi mai. E se non citofona, se non ci si sente mai pronti, ancora meglio. C’è da aprigli lo stesso.

Informazioni aggiuntive

Isbn: 978-88-94815-03-0
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 120
Dimensioni: 12 x 17

1 recensione per L’amore non citofona – Fabio Pinna

  1. :

    L’amore non citofonadi Michela Zanarella – mzanarella@periodicoitalianomagazine.it

    L’amore non citofona
    Frammenti di vita e sentimenti descritti in poesia con estrema sincerità: raccontare ciò che vive nel cuore senza paura è possibile

    “Si può essere felici per bene”, scrive Fabio Pinna nella dedica di apertura della raccolta di poesie ‘L’amore non citofona’, edita da Letteratura Alternativa. Il giovane poeta sardo è un ‘bookblogger’ e si occupa da anni di promozione editoriale. Valentina Cebeni, che ha curato la prefazione, ci parla di cosa ha trovato all’interno del libro: arcobaleni e giorni di pioggia battente. E’ sufficiente questa affermazione per capire come entrare nella scrittura dell’autore significhi addentrarsi in un mondo di emozioni contrastanti, fatte di serenità, tormento, sorrisi e lacrime. In questo piccolo libro, l’amore è dentro, fuori e oltre le cose. Vive in ogni spazio, si muove nel tempo e lascia qualcosa che resta per sempre, nonostante tutto. C’è una sorta di rivoluzione in atto, composta di salite, discese, precipizi. Non si è mai pronti per amare, poiché spesso è difficile comprendere i sentimenti. Ma è necessario lasciarli entrare nell’anima, o fare almeno un tentativo.

Aggiungi una recensione