Coaching letterario individuale (scrittura avanzata) – Testimonianze dei partecipanti

la scrittura e' un'arte imperfetta, perchE' prende in prestito le parelo degli uomini

Il 31 luglio si chiuderanno le prime adesioni per il “Corso di scrittura avanzata one to one” (Coaching letterario individuale) per accedere ad uno sconto del -30% sul listino. Dal 1 al 31 agosto si accetteranno le nuove adesioni che accederanno a uno sconto del -25%.
Quello che hanno vissuto, stanno tutt’ora vivendo, e vivranno… i passati, i presenti, e i futuri autori o partecipanti è un innovativo e intenso percorso di scrittura avanzata che tocca tre principali sfere: quella emotiva, quella motivazionale e quella tecnico-stilistica.
Vi lasciamo le testimonianze di alcuni partecipanti sulla loro personale esperienza.
Per qualsiasi informazione, potete scrivere a: info@letteraturaalternativa.it oppure sul messenger della pagina ufficiale di Facebook della casa editrice Letteratura Alternativa Edizioni.

Chiara: Il percorso di coaching letterario è stato prima di tutto una scelta (di vita). Ho deciso di intraprenderlo per non rimandare più ciò che avevo da troppo tempo in testa e che aveva un gran bisogno di concretezza e formalizzazione. Mi ha aiutato a mettere insieme tanti frammenti di personalità e pensieri, che erano sparsi un po’ alla rinfusa dentro me. Ciò che mi ha reso più felice è l’aver messo in ordine quei frammenti, in modo da riuscire a vedere il quadro della mia scrittura, piuttosto che un groviglio di pezzi assemblati in maniera più o meno superficiale. Mi ha dato i mezzi per continuare laddove mi ero fermata: vuoi per mancanza di esperienza, vuoi per difficoltà nel capire cosa mancava, vuoi per mia incapacità di risolvere questioni più grandi di me stessa. Ho sempre creduto che il talento è un dono di Dio, ma senza la gestione e la formazione è inutile averlo: non si può guidare una Ferrari testa-rossa senza aver concluso il corso di guida, che è obbligatorio fare al momento dell’acquisto.
Avere talento, ma non saperlo usare è davvero uno spreco di vita, no? La medesima cosa è successa a me. Avevo la necessità di convogliare tutto ciò che provavo e che volevo imprimere su carta, ma non avevo gli strumenti per farlo. Il coaching letterario me li ha forniti. È stata un’esperienza terapeutica: anche le persone più timide o introspettive possono farcela! Lo dice una che si sente descritta davvero bene da quei due aggettivi lì! Serve, inoltre, anche a riacquistare fiducia in se stessi o nei confronti del mondo in generale. Serve ad aprirsi a quel mondo che tanto si odia o che si trova ingiusto. Ognuno di noi, secondo me, ne ha bisogno! Quando si perde la bussola della propria scrittura, penso che sia il percorso giusto da intraprendere. Il mio percorso si conclude qui, oggi… Anzi no, si è concluso ieri! L’oggi mi serve per fare mente locale e per raccogliere in un solo foglio (riuscirci è l’impresa) tutto quello che ho imparato.
L’impegno che ho messo per tirare fuori (e mai ricacciare dentro) mi ha dato la sensazione che io stessi seguendo una terapia, più che un corso.
Mi ha aiutato a mostrare finalmente la scrittura che è dentro di me, e non a nasconderla, a frenarla, a rinnegarla, come facevo prima.
Sì, “terapeutico” è proprio l’aggettivo giusto per definire questa serie di incontri con Pablo T, che è riuscito a far emergere tutto quello che avevo dentro.
Lo ringrazio per avermi dato i mezzi per proseguire laddove la penna si era impantanata. Grazie per aver guardato con occhi neutri tutto ciò che scrivevo nei miei esercizi. Grazie per avermi fatto capire chi è davvero uno scrittore e quali sono le sue responsabilità. Grazie per tutte le parole, che conservo chiuse a chiave in questo taccuino.
Una frase però mi ha colpito più di tutte, forse perché è quella che sento più mia e che sento rappresentarmi in modo speciale. Dice pressappoco questo (perdonami, se non è proprio come dici tu ): “LO SCRITTORE È UN DIVERSO, È UN UOMO O UNA DONNA FUORI DAL SUO TEMPO CHE RACCONTA Il SUO TEMPO”. Sì, è proprio vero! Eccoli qui gli strumenti dello scrittore: un taccuino e una penna, se poi sono “démodé”, allora sono proprio quelli giusti per lui.
Grazie, Pablo! Ora mi sento davvero pronta… Ma mi raccomando, non fuggire!
Sei ormai diventato il mio Virgilio… Anche se io non sono e non sarò Dante!

Anna: Che meravigliosa sensazione quella di tornare sui banchi di scuola, ma quei banchi colorati dall’interesse, dalla curiosità, dalla gioia di apprendere sapendo che sarà bella anche la fatica di fare i compiti perché non la sentirai: una volta iniziati, proverai solo la vitale emozione di crescere e migliorare te stesso. Ma in una scuola così ci vogliono maestri… con la M maiuscola e Pablo T è un Maestro, oh se lo è. Possiede le tre qualità indispensabili e imprescindibili che fanno di lui un vero Maestro: preparazione tecnica, cuore e rigore. Io sono poco più che all’inizio di questo bellissimo viaggio, ma già sento di doverlo ringraziare. Sono arrivata il primo giorno, senza quaderno e senza penna, con il mio Io, umano e letterario, completamente accartocciato, da prendere e buttare nel cestino, convinta che  nemmeno lui avrebbe potuto tirare fuori nulla da un materiale umano del genere. Ma volevo tenere fede all’impegno preso, cosi sono venuta lo stesso. E il viaggio è iniziato. Mi ha messo in mano un bellissimo diario bianco che tac… mi ha subito infuso un raggio di luce dentro, e una penna.
Poi ha preso quell ‘Io accartocciato, l’ ha spianato bene con le mani, così come si fa quando per sbaglio si é buttato via un foglio prezioso o un biglietto della lotteria forse vincente, ma poi riesci a recuperarlo ma é talmente rovinato e sporco che devi fare i salti mortali per riuscire a decifrarlo. Ecco questo il Maestro sta facendo con me: ha recuperato quel foglio e adesso, con cuore e rigore, mi obbliga a decifrarlo, perché grazie alla sua preparazione tecnica, forse sa che in quel foglio potrebbero davvero esserci i numeri di un biglietto vincente. Grazie.

Marina: Non posso che ringraziare con tutto il cuore Pablo, per aver messo in luce i miei punti di forza e per avermi dato delle “regole” e delle consapevolezze (nella tecnica), dove prima c’era il caos creativo. E’ stato gentile, competente, esauriente e mi ha aiutato a far diventare più forte la mia anima di “scrittrice” che prima si nascondeva in un angolino dentro me, non sapendo se era il caso di mostrarsi (perciò prima coltivavo la scrittura quasi come un “vizio segreto” da praticare di nascosto…)
Con ciò non intendo dire che penso di scrivere dei capolavori, quanto piuttosto che grazie a lui so di valere qualcosa e questo mi serve da stimolo per migliorarmi sempre di più.
Un grazie immenso anche a Romina per la sua grazia e la sua sensibilità.
Attraverso di loro sono entrata in contatto con un ambiente umano fatto di belle persone, con grandi storie e grande spessore. Un grande abbraccio a tutti e due e… ad maiora!
Marco: Ci sono incontri che ti cambiano la vita, che ti fanno capire cosa vuoi veramente e soprattutto che ti aiutano a scavare dentro te stesso fino a scovare la propria essenza. Da quando ho iniziato a frequentare il percorso letterario con Pablo ho sentito quella scossa, la giusta spinta verso una strada che prima riuscivo solo a intravedere. Non so come andrà a finire, ma sono certo che grazie al suo aiuto mi sono finalmente sentito libero di esprimere la mia creatività e ho ben chiaro l’obiettivo che voglio raggiungere. E per questo non posso che ringraziare Pablo e Romina per il loro supporto e la loro competenza. Credo che chiunque voglia fare lo scrittore debba seguire il percorso più indicato per se stesso, ma ci vuole qualcuno che lo accompagni e che lo assista perché non è una cosa facile. Io ho trovato in Pablo una figura di riferimento, un abile traghettatore e un amico che è riuscito a farmi prendere una pala e a scavare a fondo dentro di me. Come ho detto prima non so cosa succederà, ma già da ora vi voglio ringraziare per tutto quello che state facendo per me.

*Il percorso personalizzato sarà a cura dello scrittore professionista e docente Pablo T
Di seguito il link del suo curriculum letterario
https://www.letteraturaalternativa.it/pablo-t/

 

Iscriviti alla nostra
NEWSLETTER!