“Letteratura Alternativa”: il sogno di una coppia astigiana – Articolo su “La Nuova Provincia”

35881992_10156010937862182_325278450514395136_o

Ad Asti inaugura una nuova casa editrice, frutto dei sogni e dell’entusiasmo di una coppia che nei locali di via Calosso 5 spera di creare uno spazio culturale

Avete presente quando qualcuno vi dice: «mollo tutto per inseguire un sogno»? Bene, una coppia astigiana non si è fermata al mero proposito ma ha avuto il coraggio di farlo realmente. Si tratta di Romina Tondo e del compagno Pablo T, che hanno lasciato i rispettivi mestieri per avviare un’attività imprenditoriale nel mondo dell’editoria. Questo pomeriggio, la coppia inaugurerà la sede astigiana della propria casa editrice chiamata“Letteratura Alternativa Edizioni”, in via Umberto Calosso n.5 ad Asti. Romina, che per 10 anni ha lavorato in questo settore ha voluto seguire l’istinto aprendo «qualcosa che potessi sentire mio».

Pubblicati già 40 titoli

Pablo T, scrittore italo- francese, secondo al Premio “Un libro per il cinema”, davanti al maestro Pupi Avati, e reduce dalla candidatura alla cinquina finalista del Campiello 2018, ha voluto seguirla in questo progetto partito due anni fa. «In due anni la nostra casa editrice ha raggiunto traguardi ragguardevoli editando 40 titoli, partecipando alla Fiera Internazionale del Libro di Torino e al Premio Campiello. Stiamo crescendo e dopo un periodo intercorso tra Asti e Cremona abbiamo deciso di trovare un punto fermo. E di fermarci nella mia città: Asti» spiega Romina, la quale aggiunge: «La nostra casa editrice intercetta talenti emergenti di qualità e, contestualmente, cura autorevoli firme della letteratura e del giornalismo contemporaneo. Seguiamo autori da Bolzano a Palermo, anche se ad Asti non intendiamo pubblicare solo libri».

Non solo casa editrice

Nei locali di via Calosso, si intende infatti dare vita ad una sala di lettura e ad uno spazio culturale e di aggregazione aperto alla città. «La mia ambizione è quella di scuotere gli astigiani, di proporre alternative ed eventi culturali di livello che intrattengano ma che portino al confronto e facciano riflettere – continua Romina – Un’idea a me cara è quella del “laboratorio femminile”. Ossia proporre incontri, non solo letterari, in cui discutere di tematiche legate al mondo “rosa”». Altro progetto, il laboratorio per l’infanzia: ossia un ciclo di appuntamenti, vivaci, ed originali, per avvicinare i bambini alla lettura già dalla più tenera età, attraverso racconti animati con l’utilizzo di marionette. Tra gli aspetti più innovativi di questa nuova casa editrice, il “crowdfunding publisher”, ossia la raccolta fondi per la pubblicazione delle prime opere inedite. Uno scrittore, alla sua prima pubblicazione, potrà far stampare il proprio lavoro senza alcuna spesa purché si raggiunga l’obiettivo delle 100 copie ordinate.

Leggi l’articolo su “la Nuova Provincia”
http://lanuovaprovincia.it/cultura-e-spettacoli/letteraturaalternativa-casaeditrice-asti/

lucia.pignari@gmail.com