Un Caffè con l’autore – Arianna Venturino

13466389_1015078905273863_6009599208822108004_n 18300973_1332529080195509_3374107382197840092_n

Un buon caffè con Arianna Venturino, autrice di “Ti vengo a prendere”.

Ciao, Arianna, a chi lo dedichi il tuo secondo libro e perché?
Il mio secondo libro lo dedico al mio ragazzo per dei motivi precisi. Quando avevo iniziato a scriverlo ancora non ci conoscevamo e da qualche tempo mi ero abbattuta sulla scrittura evitando di proseguirlo.
Conoscendolo ho preso spunto dalla nostra storia per crearne una che potesse far innamorare i lettori come lui ha fatto con me!

“Ti vengo a prendere” è edito da Letteratura Alternativa Edizioni. Quali aspetti ti sono piaciuti di questa Casa Editrice e cosa senti tu di poter dare allo Staff?
Letteratura Alternativa Edizioni fin dall’inizio si è presentata una casa editrice seria e disponibile. Una casa editrice che segue i propri autori dall’inizio e non li lascia mai allo sbaraglio. Questi sono gli aspetti più importanti e che mi hanno portato subito a fidarmi e affidarmi a loro.
Sono molto giovane, spero di poterli rendere orgogliosi di ciò che scrivo e di essere una piccola dimostrazione. Mi piacerebbe fungere da esempio per coloro che vogliono avvicinarsi a questo mondo consigliando la mia casa editrice come un punto di inizio ben saldo, dimostrare agli altri aspiranti scrittori che il sogno di diventare tale può esistere, incoraggiandoli come loro incoraggiano me quotidianamente.

Il tuo titolo è molto impegnativo…ci spieghi cosa significa per te?
“Ti vengo a prendere” è nato subito, era lui il titolo giusto.
Vuole essere una dimostrazione che non c’è nulla che possa separare l’amore, che in ogni caso l’uno ci sarebbe stato per l’altro. Come una sorta di profonda convinzione che ti fa vivere in ogni momento, in ogni luogo, l’intensità di questo sentimento e la sicurezza che questa frase provoca.

Spieghi ai lettori cosa è per te l’arte di scrivere?
Scrivere è salvezza. Tira fuori ogni sentimento, che sia il peggiore o il migliore non importa, riesce a far venir fuori le nostre fragilità trasformandole in punto di forza per gli altri e in punto di forza per noi stessi. Sentire i fiumi di parole che ti scorrono nelle mani e volerle trasformare in qualcosa di più potente, in una storia capace di trasmettere delle emozioni come quelle che sente chi la scrive. Lasciarsi imbattere in nuove vite.

Grazie per la disponibilità, Arianna. Rimandiamo i lettori al tuo link
https://www.letteraturaalternativa.it/shop/storie-di-donne/ti-vengo-a-prendere-arianna-venturino/