Roberto Meda

 

Roberto Meda nasce ad Asti, dove vive tutt’oggi, l’11 dicembre 1977. Originario di Castell’Alfero, frequenta il Liceo Scientifico “F. Vercelli” di Asti, e successivamente si Laurea in Informatica nel 2003, presso l’università del Piemonte Orientale.

Proprio da quegli anni inizia a dedicarsi, in parallelo, alla scrittura e alla musica, talvolta mescolando entrambe. Scrive il suo primo romanzo, “L’ultimo sogno”, nel 2009, quindi “L’ultima estate a Buonvicino” (2012), “Tutto è già stato scritto” (2016) e “Le gabbie dell’anima” (2017).

In tutti questi romanzi cerca di alterare ed edulcorare luoghi, tempi e personaggi in modo da offrire alle trame una visione surreale in cui possa svilupparsi uno sguardo introspettivo verso l’oscurità dell’animo umano.

Sul fronte musicale, scrive i testi in lingua inglese del gruppo rock alternativo “Loonies on the moon”, pubblicando nel 2014 l’album “Speculative”. Scrive poi musiche e testi del gruppo “The Harey Project”, attualmente in fase di registrazione del loro album d’esordio “Dead end radiance”.

I suoi scrittori preferiti sono Philip K. Dick, Cormac McCarthy, Chuck Palahniuk e Stanislaw Lem, autore del suo romanzo preferito “Solaris”.